Pizzoni di Laveno 1035m e Monte Nudo 1235m




Dall'ampio parcheggio posto all'inizio dell'abitato di Vararo ci si porta in piano, su strada asfaltata, a Casere dove parte un sentiero che sale fra le case e poi prosegue quasi in piano fino a incrociare per pochi metri la strada che sale al Passo di Culvignone. Si riprende il sentiero che sale fino al Passo Barb 847 m: proseguendo verso sinistra si pu salire in pochi minuti al Sasso Barb 930 m. Il sentiero per i Pizzoni sale invece verso destra con pendenza sempre pi accentuata fino alla prima vetta dei Pizzoni 1018 m . Da qui si prosegue a saliscendi con percorso panoramico sulla cresta transitando su tutte le cime dei Pizzoni (la vetta pi alta quotata 1035 m) fino ad arrivare alla vetta del Monte Teggia 1103 m. Un ripido sentiero permette di scendere in breve al Passo del Cuvignone 1035 m dove passa la carrozzabile che collega Vararo con S.Antonio. Poco sotto il passo, sul versante di S.Antonio c' il Rifugio De Grandi Adamoli, del CAI di Besozzo. Si segue la carrozzabile per un centinaio di metri verso Vararo fino al primo tornante: qui si volta a sinistra e si risale la strada sterrata (indicazioni per Aga) fino alla Cormeta 1090 m, sella posta tra la Crocetta e il Monte Nudo. Dalla sella si prende la stradina forestale che sale verso sinistra attraversando una fitta pineta e la si segue fino a che si trova sulla sinistra un sentiero (cartello in legno con la scritta vetta). Si segue il sentiero che all'inizio abbastanza evidente ma poi tende a scomparire: allora preferibile proseguire sulla cresta, con divertenti passaggi su spuntoni calcarei fino al grande impianto per telecomunicazioni posto a un centinaio di metri dalla vetta, poi per radure ci si porta in leggera salita al Monte Nudo 1235 m (libro di vetta, tavolo con panche in legno).

Per il ritorno si pu scendere al rifugio De Grandi Adamoli per il "Sentiero del Piero" oppure tornare per l'itinerario di salita fino al tornante sulla strada del Passo Culvignone: qui, sulla sinistra, si prende il sentiero segnalato che scende a Vararo. Dopo un primo tratto nel bosco si scende fra i prati fino ad incrociare una mulattiera che in piano porta all'abitato di Vararo che si attraversa per portarsi al parcheggio posto sull'altro lato del villaggio.


Partenza

Vararo 730m

Arrivo

Monte Nudo 1235m

Dislivello

ca. 600 m.

Difficoltà

E (EE la cresta del Monte Nudo)

Tempo

3 ore circa (salita)

Cartografia

CNS 1:25000 N 1352 Luino

Accesso

Da Luino, Sesto Calende, Vergiate (attraverso la statale SS 394 "Vergiatese", arteria utile per chi proviene dall'autostrada dei laghi).
Da Varese via Gavirate,sulla SP 1 fino all'immissione sulla SS 394.
La zona servita da tre linee ferroviarie, due dello Stato (Luino-Gallarate, Luino-Novara) ed una delle Ferrovie Nord Milano (Laveno-Varese).
Da Cittiglio si prende la via Vararo, una stretta stradina che sale per circa 7 km fino agli abitati di Casere (frazione di Laveno Mombello) e Vararo (frazione di Cittiglio).

Note

Il percorso segnalato da una traccia giallo-verde (Anulare Valcuviano), tutti i paletti indicatori sono contrassegnati con le lettere AV (Altavia Valcuvia). In localita' Casere e Vararo ci sono punti di ristoro.

Discesa

Per l'itinerario di salita a ritroso oppure vedi relazione.