Capanna Garzonera

Se l'intenzione è di trascorrere un weekend rilassante e "gastronomico", con una bella e tranquilla escursione, la Capanna Garzonera è l'ideale sia per fare un'uscita in estate che in inverno con una bella "ciaspolata".

Estate

Partenza il Sabato (non troppo presto, diciamo con comodo), percorriamo l'autostrada in direzione San Gottardo uscita a Quinto, proseguiamo poi per la cantonale fino a Piotta, da qui si seguiamo una stretta strada asfaltata che sale fino a Giof 1386m, parcheggio all'inizio dell'abitato. Da Giof seguiamo un breve tratto di strada asfaltata per poi prendere il sentiero che sale a destra nel bosco, il sentiero sale decisamente fino al vasto pianoro di quota 1613m e poi dolcemente fino all'alpe di Pian Taioi 1668m., da qui seguiamo la strada forestale che sale verso l'alpeggio di Cassina Garzonera fino a che troviamo, sulla sinistra, un sentiero con cartello indicatore per la capanna, seguendo questo sentiero in breve tempo arriviamo al rifugio. Dopo esserci adeguatamente rifocillati con il nostro consueto "aperitivo", per smaltire siamo saliti dalla capanna al Motto del Toro. Altro giro, dal rifugio si ritorna all'alpe e si segue il sentiero per il Passo Scheggia, si passa dal lago della Valletta 1976m, si segue il sentiero per alcune centinaia di metri e poi si sale la dorsale erbosa (traccia a tratti e infidi pendii erbosi) fino alla vetta 2218m.

Inverno

Considerata la quantità di neve venuta giù partiamo abbastanza presto per godere la salita con le ciaspole. Arriviamo ad Ambri e seguiamo la stradina in terra battuta, che parte nei pressi del parcheggio della pista di ghiaccio della Valascia e sale con innumerevoli tornanti fino a Cassin 1593m., quando incontriamo la strada che sale da Giof, la seguiamo brevemente verso destra, passiamo su un ponte e dopo pochi metri, a un bivio, prendiamo la strada di sinistra che con saliscendi porta, dopo una lunga traversata, fino all' alpe di Pian Taioi 1668., dall'alpe seguiamo la strada forestale fino allo stallone di Cassina Garzonera 2003m., da qui aggiriamo, sulla destra, un promontorio e arriviamo in leggera discesa alla capanna. Dal rifugio si gode una vista splendida su buona parte della valle Leventina, dal massiccio del Gottardo fino alle montagne sopra Faido. Alla sera, come consuetudine, ci dedichiamo alla parte gastronomica con la preparazione di una ricca e gustosa cena accompagnata, tassativamente, solo da un buon vino (tutto peso portato da casa), la cronaca si riassume in una parola "grande serata" e poi a nanna.

La domenica, tassativo, smaltire un po'; prendiamo il sentiero che dalla capanna, con lunga traversata in leggera discesa, porta a Cassin 1593m., da qui seguiamo la strada forestale che in leggera ascesa porta a Pian Mott 1771m., poco dopo l'alpeggio la strada lascia il posto al sentiero che seguiamo fino ad un grande cono di valanga che lo interrompe nei pressi del Vallone del Solco, risaliamo il pendio ghiacciato con grande prudenza, fino ad individuare il sentiero sulla sponda opposta del canale, riprendiamo a salire e poi facciamo una lunga traversata in piano fino ad arrivare a Brusada 2041m., splendido balcone a picco sul Lago di Tremorgio.

Da qui, con calma, raggiungiamo le macchine e terminiamo questo bellissimo weekend.


Estate


Partenza

Gioff 1386m

Arrivo

Capanna Garzonera 1973m

Dislivello

587m

Difficoltà

E

Tempo

1h 30m

Cartografia

Carta 1:25.000: 1252 Ambrì Piotta

Accesso

Uscire dall'autostrada a Quinto, poi cantonale fino a Piotta; e poi deviazione sulla sinistra fino a Gioff

Percorso

Gioff, Pian Taioi; Garzonera

Discesa

Itinerario di salita



Inverno


Partenza

Ambri 989m parcheggio Valascia

Arrivo

Capanna Garzonera 1973m

Dislivello

1000m

Difficoltà

EE

Tempo

4h

Cartografia

Carta 1:25.000: 1252 Ambrì Piotta

Accesso

Uscire dall'autostrada a Quinto, poi cantonale fino a Ambri

Percorso

Ambri;Cassin;Pian Taioi;Cassina Garzonera;Garzonera

Discesa

Itinerario di salita oppure da Pian Taioi si scende su sentiero a Gioff e da qui si segue la strada asfaltata che porta a Piotta. Seguendo la cantonale si ritorna ad Ambri